Che cos’è il Deep Web?

Che cos’è il Deep Web?

Che cos’è il Deep Web?

Al di sotto del rete che tutti gli utenti utilizzano per navigare ovvero la Clearweb, esiste una parte sconosciuta molto più grande che contiene una quantità di documenti superiore rispetto a quelli disponibili tramite il web comune.

Dentro la parte sconosciuta sono presenti cose spaventose come: traffico di armi, droga, pornografia infantile, carte d’identità rubate, clonazione di documenti e molto altro. La parte del web appena descritta viene anche conosciuta come Dark Web ovvero un sottoinsieme del Deep Web.

Il termine Deep Web identifica quella parte del World Wide Web non indicizzata dai motori di ricerca, che è accessibile solamente tramite software specifici.

Il software più conosciuto che permette di accedervi è TOR (The Onion Router) che fornisce una rete onion anonima e oltre a fornire accesso alla parte nascosta del web, permette all’utente  di essere anonimo.

Qualsiasi PC che utilizzi TOR diventa parte di un nodo, come in una rete P2P, infatti diventa complicato tracciare il PC e le informazioni che vengono scambiate o ricevute. I siti che si trovano nel deepweb sono riconosciuti per non avere il classico suffisso a cui tutti siamo abituati come .com o .it ma per avere il suffiso .onion.

Per navigare nel deep web non dovrete utilizzare i classici motori di ricerca come Google e Bing o altri ma, dovrete utilizzare The Hidden Wiki che vi permetterà di accedere ai molteplici siti.

Alcuni pensano al Deep Web come un luogo dove potersi incontrare per scambiare informazioni in maniera sicura utilizzando le varie monete digitali come il Bitcoin.

Il consiglio che vi voglio dare è quello di non inserire mai dati personali e non accedere mai a Facebook o Gmail o altri siti o social in cui viene richiesto di inserire credenziali come mail e password, potrebbe succedere che dopo aver fatto l’accesso, la persona venga collegata all’indirizzo IP utilizzato su TOR.

Alcuni ricercatori hanno trovato un metodo per obbligare l’utente a passare tramite dei nodi prefissati, il bug scoperto dai ricercatori sfrutta una vulnerabilità presente su Windows, per navigare quindi consiglio di utilizzare un sistema operativo GNU/Linux.

Nel 2011 gli hacker di Anonymous fecero una serie di attacchi informatici contro dei siti pedofili presenti nel Dark Web e diffusero informazioni sensibili di 1589 utenti di Lolita City ovvero un luogo considerato un paradiso per i pedofili.

Michele Minister

Ciao e benvenuto nel mio sito e voglio dirti Chi Sono, innanzitutto parto col dire che mi chiamo Marco Martini ma sono anche chiamato Michele Minister dato che Michele è il mio secondo nome e Minister è il nickname che ho da sempre utilizzato su tutti i giochi e quindi li ho messi insieme dato che non volevo utilizzare il classico Nome e Cognome per creare un sito. Ho soli 17 anni e svolgo parallelamente alla scuola la professione di Webmaster e Divulgatore Informatico, sono sempre stato timido ed insicuro ma con il diffondersi maggiormente delle nuove tecnologie e di Internet, mi sono avvicinato a questo nuovo mondo che ho sempre reputato il migliore.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

×
WhatsApp chat