L’hacker di Yahoo collegato all’intelligence russa ottiene 5 anni nella prigione statunitense

L’hacker di Yahoo collegato all’intelligence russa ottiene 5 anni nella prigione statunitense

L’hacker di Yahoo collegato all’intelligence russa ottiene 5 anni nella prigione statunitense

Un canadese di 23 anni, che lo scorso anno si è dichiarato colpevole per il suo ruolo nell’aiutare spie del governo russo a incidere in account email di utenti Yahoo e altri servizi, è stato condannato a cinque anni di prigione.

Karim Baratov (noto anche come Karim Taloverov, alias Karim Akehmet Tokbergenov), un cittadino canadese nato in Kazakistan, è stato anche ordinato martedì dal giudice degli Stati Uniti Vince Chhabria a pagare una multa di $ 250.000.

Baratov aveva in precedenza ammesso il suo ruolo nella violazione dei dati di Yahoo 2014 che aveva compromesso circa 500 milioni di account utente di Yahoo. Il suo ruolo era quello di “hackerare account webmail di individui di interesse per il FSB“, agenzia di spionaggio della Russia.

A novembre, Baratov si è dichiarato colpevole di un totale di nove capi d’accusa, tra cui un conteggio di cospirazione per violare la legge sulle frodi e gli abusi informatici e otto conteggi di furto di identità aggravato.

Secondo il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti, Baratov e il suo co-imputato hacker Alexsey Belan hanno lavorato per due agenti – Dmitry Dokuchaev e Igor Sushchin – dell’FSB (Federal Security Service) per compromettere gli account.

Il Dipartimento di Giustizia ha annunciato accuse a tutte le quattro persone nel marzo dell’anno scorso, che hanno portato all’arresto di Baratov a Toronto nella sua casa di Ancaster e poi alla sua estradizione negli Stati Uniti.

Tuttavia, Belan – che è già presente nella lista degli hacker più ricercati dell’FBI – e entrambi gli ufficiali dell’FSB risiedono attualmente in Russia, per cui è improbabile che affrontino le conseguenze per il loro coinvolgimento.

Baratov ha svolto un servizio illegale di hacking senza domande dal 2010 fino al suo arresto nel marzo 2017, in cui ha addebitato ai clienti circa $ 100 per ottenere la password webmail di un’altra persona ingannandoli per inserire le proprie credenziali in una pagina di reimpostazione della password falsa.

Secondo i documenti del tribunale, Baratov è riuscito a violare più di 11.000 account di posta elettronica sia in Russia che negli Stati Uniti prima che il dipartimento di polizia di Toronto lo catturasse.

Come parte della sua richiesta, Baratov ha ammesso di aver hackerato migliaia di account webmail di persone per sette anni e inviato le password di questi account alla spia russa Dokuchaev in cambio di denaro.

L’attacco mirato ha permesso ai quattro di ottenere l’ accesso diretto alle reti interne di Yahoo e, una volta entrato, l’hacker co-imputato Belan ha iniziato a frugare nella rete.

Secondo l’FBI, Belan ha scoperto due risorse chiave:

  • Database utente di Yahoo (UDB) – un database contenente informazioni personali su tutti gli utenti Yahoo.
  • Lo strumento di gestione degli account – uno strumento amministrativo utilizzato per apportare modifiche agli account mirati, incluse le loro password.

Belan ha quindi utilizzato il protocollo di trasferimento file (FTP) per scaricare l’UDB di Yahoo, che includeva e-mail per il recupero della password e valori crittografici unici per ciascun account Yahoo, consentendo a Belan e Baratov di accedere a specifici account di interesse per le spie russe.

Secondo gli avvocati di Baratov, al momento del crimine, Baratov non aveva idea di lavorare con agenti russi dell’FSB.

Michele Minister

Ciao e benvenuto nel mio sito e voglio dirti Chi Sono, innanzitutto parto col dire che mi chiamo Marco Martini ma sono anche chiamato Michele Minister dato che Michele è il mio secondo nome e Minister è il nickname che ho da sempre utilizzato su tutti i giochi e quindi li ho messi insieme dato che non volevo utilizzare il classico Nome e Cognome per creare un sito. Ho soli 17 anni e svolgo parallelamente alla scuola la professione di Webmaster e Divulgatore Informatico, sono sempre stato timido ed insicuro ma con il diffondersi maggiormente delle nuove tecnologie e di Internet, mi sono avvicinato a questo nuovo mondo che ho sempre reputato il migliore.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

×
WhatsApp chat