Hacker ha messo in vendita documenti militari americani rubati sul drone sul dark web per soli 200 dollari

Hacker ha messo in vendita documenti militari americani rubati sul drone sul dark web per soli 200 dollari

Hacker ha messo in vendita documenti militari americani rubati sul drone sul dark web per soli 200 dollari

E’ stato trovato un Hacker che ha messo in vendita documenti sensibili dell’aviazione americana sul drone sul dark web tra 150 dollari e 200 dollari.

Il tracker dei criminali informatici Recorded Future ha riferito di aver scoperto un Hacker che tentava di vendere documenti segreti sul drone MQ-9 Reaper utilizzato da agenzie governative federali solo per poche centinaia di dollari su un forum di dark web il mese scorso.

Introdotto per la prima volta nel 2001, il drone MQ-9 Reaper è attualmente utilizzato dalla US Air Force, dalla US Navy, dalla US Customs and Border Protection, dalla NASA, dalla CIA e dalle forze armate di molti altri paesi.

drone-hacking

Gli analisti di Insikt Group della tech intelligence hanno trovato l’Hacker durante il loro regolare monitoraggio della rete oscura per attività criminali. Hanno posato come potenziali acquirenti e hanno ingaggiato l’Hacker appena registrato prima di confermare la validità dei documenti compromessi.

Credenziali FTP predefinite consentite agli Hacker di rubare dati sensibili

Gli analisti del gruppo Insikt hanno appreso che l’Hacker è riuscito a ottenere i documenti sensibili ottenendo l’accesso a un router Netgear situato presso la Creech Air Force Base che utilizzava le impostazioni di accesso FTP predefinite per la condivisione dei file.

La vulnerabilità dell’autenticazione nei router Netgear che l’Hacker sfrutta per accedere ai dati militari sensibili è stata inizialmente scoperta due anni fa e, secondo Recorded Future, oltre 4.000 router non hanno ancora aggiornato il loro firmware e sono suscettibili di attacchi.

Dopo aver ottenuto l’accesso alla rete, “l’Hacker si è infiltrato per la prima volta nel computer di un capitano della 432d Aircraft Maintenance Squadron Reaper AMU OIC, di stanza presso il Creech AFB in Nevada, e ha rubato una serie di documenti sensibili, compresi i libri di manutenzione dei Reaper e l’elenco di aviatori assegnati a Rover AMU “, hanno detto i ricercatori.

hacker-drone

Ironia della sorte, un certificato trovato nell’archivio dati rivela che il capitano, il cui sistema è stato compromesso, ha recentemente completato la Cyber ​​Awareness Challenge, ma non ha impostato una password per un server FTP che ospita file riservati.

La portata delle violazioni deve ancora essere determinata.

“Il fatto che un singolo Hacker con capacità tecniche moderate sia stato in grado di identificare diversi obiettivi militari vulnerabili e di esfiltrare informazioni altamente sensibili in una settimana è un’anticipare anteprima di ciò che un gruppo più determinato e organizzato con risorse tecniche e finanziarie superiori potrebbe ottenere” il gruppo ha detto.

Ulteriori interazioni con l’Hacker permisero agli analisti di scoprire altre informazioni militari trapelate, tra cui un gran numero di documenti militari da un ufficiale non identificato, un manuale operativo M1 ABRAMS e un corso di addestramento al plotone di carri armati, in vendita dallo stesso minaccioso attore.

I ricercatori hanno identificato il nome e il paese di residenza di un individuo associato a un gruppo che ritengono responsabile della vendita illegale di manuali militari statunitensi.

Sebbene gli analisti del gruppo Insikt non abbiano identificato il paese responsabile dell’attacco, hanno affermato che il gruppo sta assistendo “le forze dell’ordine nelle loro indagini” sul commercio di documenti classificati.

Michele Minister

Ciao e benvenuto nel mio sito e voglio dirti Chi Sono, innanzitutto parto col dire che mi chiamo Marco Martini ma sono anche chiamato Michele Minister dato che Michele è il mio secondo nome e Minister è il nickname che ho da sempre utilizzato su tutti i giochi e quindi li ho messi insieme dato che non volevo utilizzare il classico Nome e Cognome per creare un sito. Ho soli 17 anni e svolgo parallelamente alla scuola la professione di Webmaster e Divulgatore Informatico, sono sempre stato timido ed insicuro ma con il diffondersi maggiormente delle nuove tecnologie e di Internet, mi sono avvicinato a questo nuovo mondo che ho sempre reputato il migliore.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

×
WhatsApp chat