British Airways Hackerata: 380.000 carte di pagamento compromesse

British Airways Hackerata: 380.000 carte di pagamento compromesse

British Airways Hackerata: 380.000 carte di pagamento compromesse

British Airways, che si definisce la compagnia aerea preferita del mondo, ha confermato di essere stata Hackerata con la conseguente violazione dei dati che ha esposto e compromesso i dati personali e i numeri delle carte di pagamento fino a 380.000 clienti e si è protratto per più di due settimane.

Quindi chi sono esattamente le vittime?

In una dichiarazione rilasciata da British Airways, i clienti che prenotano voli sul proprio sito Web ba.com e sull’app mobile British Airways tra la fine del 21 agosto e il 5 settembre sono stati compromessi.

La compagnia aerea ha consigliato i clienti che hanno effettuato prenotazioni durante quel periodo di 15 giorni e ritengono che potrebbero essere stati colpiti da questo incidente per contattare le loro banche o fornitori di carte di pagamento e seguire i loro consigli raccomandati.

British Airways ha dichiarato sul suo account Twitter che i dettagli personali rubati nella violazione includevano i nomi e gli indirizzi dei loro clienti, insieme alle loro informazioni finanziarie, ma la società ha assicurato ai propri clienti che gli hacker non riuscivano a farcela con i loro numeri di passaporto o dettagli di viaggio.

La società ha anche affermato che le carte di pagamento salvate sul proprio sito Web e sull’app mobile non vengono compromesse nella violazione. Vengono rubate solo le carte di pagamento che sono state utilizzate da te per effettuare pagamenti della prenotazione durante il periodo interessato.

“Stiamo esaminando, con urgenza, il furto dei dati dei clienti dal nostro sito Web e dalla nostra app mobile”, ha dichiarato la società in un comunicato. “I dati rubati non includevano dettagli relativi a viaggi o passaporti.”

Sebbene la dichiarazione rilasciata non menzionasse il numero di clienti interessati, il portavoce della compagnia ha confermato ai media che circa 380.000 carte di pagamento sono state compromesse nella violazione.

Inoltre, al momento non è chiaro in che modo si è verificata la violazione dei dati, ma alcuni media hanno segnalato che la violazione è stata identificata quando una terza parte ha notato attività insolite e ne ha informato l’azienda.

Un portavoce di British Airways ha confermato che questo è un furto di dati, piuttosto che una violazione, il che suggerisce che qualcuno con accesso privilegiato ai dati potrebbe averlo rubato.

British Airways ha anche informato la polizia e il Commissario per le informazioni e attualmente sta contattando direttamente i clienti interessati.

Tuttavia, la società ha assicurato ai propri clienti che la violazione della sicurezza è stata risolta e che il suo sito Web funziona normalmente ed è ora sicuro per i passeggeri che effettuano il check-in online e prenotano i voli online.

L’Agenzia nazionale per la criminalità è a conoscenza della violazione dei dati di British Airways e sta lavorando con i partner per valutare la migliore linea d’azione.

La settimana precedente alla violazione che ha riguardato British Airways, un’altra compagnia aerea ovvero Air Canada ha subito una grave violazione dei dati che, insieme ai dati personali, ha anche esposto numero di passaporto e altri dettagli relativi a passaporto e viaggi di circa 20.000 clienti di app mobile.

Altri contenuti di Hacking


Un hacker di 19 anni è stato arrestato per aver fatto delle minacce di bomba a scuole e compagnie aeree

Qualcuno ha dirottato l’estensione Chrome MEGA per rubare le password degli utenti

Una donna di 21 anni accusata di hacking dell’account di posta elettronica di Selena Gomez

Il 21enne Creatore dello strumento di hacking LuminosityLink RAT si è dichiarato colpevole

12 agenti di intelligence russi indicati per l’hacking di Email DNC

Michele Minister

Ciao e benvenuto nel mio sito e voglio dirti Chi Sono, innanzitutto parto col dire che mi chiamo Marco Martini ma sono anche chiamato Michele Minister dato che Michele è il mio secondo nome e Minister è il nickname che ho da sempre utilizzato su tutti i giochi e quindi li ho messi insieme dato che non volevo utilizzare il classico Nome e Cognome per creare un sito. Ho soli 17 anni e svolgo parallelamente alla scuola la professione di Webmaster e Divulgatore Informatico, sono sempre stato timido ed insicuro ma con il diffondersi maggiormente delle nuove tecnologie e di Internet, mi sono avvicinato a questo nuovo mondo che ho sempre reputato il migliore.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

×
WhatsApp chat