Una donna di 21 anni accusata di hacking dell’account di posta elettronica di Selena Gomez

Una donna di 21 anni accusata di hacking dell’account di posta elettronica di Selena Gomez

Una donna di 21 anni accusata di hacking dell’account di posta elettronica di Selena Gomez

Una donna di 21 anni del New Jersey è stata accusata di hacking e precisamente di aver violato gli account di posta elettronica della popstar e attrice Selena Gomez, rubando le sue foto personali e poi le ha fatte trapelare su Internet.

Susan Atrach di Ridgefield Park è stata accusata nei mesi scorsi di 11 conteggi di reato: cinque conteggi di furto d’identità, cinque accuse di accesso e utilizzo di dati informatici per commettere frodi o ottenere illegalmente denaro, proprietà o dati e un conteggio dell’accesso ai dati del computer senza permesso.

Secondo i procuratori, Susan Atrach avrebbe hackerato account di posta elettronica appartenenti a Selena Gomez e ad uno dei suoi associati più volte tra giugno 2015 e febbraio 2016, ha detto in un comunicato stampa l’ufficio del procuratore distrettuale della contea di Los Angeles.

Ha poi ottenuto immagini e altri media memorizzati lì e li ha condivisi con i suoi amici e li ha pubblicati online.

Selena Gomez, che ha più di 138 milioni di follower su Instagram, è stato vittima di un attacco hacker nell’agosto 2017, quando foto nude del suo ex fidanzato Justin Bieber sono state pubblicate sul suo account Instagram.

Tuttavia, non è immediatamente chiaro se quelle foto fossero anche oggetto delle accuse penali contro Susan Atrach.

Secondo LA Times, Susan Atrach credeva di aver violato gli account di posta elettronica di iCloud e Yahoo usati da Selena Gomez e dal suo assistente personale, utilizzando le informazioni disponibili al pubblico per rispondere alle “domande segrete” del cantante.

Secondo quanto riferito, ha rubato informazioni digitali, tra cui foto di nudo di Justin Bieber che sono state scattate mentre Selena Gomez e Justin Bieber erano in vacanza a Bora Bora nel 2015 e li hanno resi online.

Susan Atrach è programmata per essere condannato alla Corte Superiore di Los Angeles dal 27 agosto. Se condannata, Susan Atrach potrebbe affrontare fino a nove anni e otto mesi di prigione.

Né Selena Gomez né alcuno dei suoi rappresentanti hanno fatto un commento sul caso.

Sembra che le celebrità non stiano prendendo sul serio la sicurezza dei propri account online, poiché chiunque potrebbe trovare le risposte alle domande sulla sicurezza delle celebrità tra centinaia di informazioni sulle celebrità disponibili su Internet.

In passato, gli hacker riuscivano a violare gli account di iCloud di centinaia di cantanti e attrici, tra cui Jennifer Lawrence, Kate Upton, Miley Cyrus e Kim Kardashian, estrarre foto e video nudi e poi pubblicarli online, l’incidente molto noto di Fappening.

Quindi, lezione appresa: scegli sempre password forti e uniche per tutti i tuoi account online e attiva l’autenticazione a due fattori, se disponibile, in modo che anche se gli hacker conoscono la tua password, non possono accedere al tuo account.

Inoltre, non mantenere risposte facili da indovinare alle tue domande di sicurezza, usane una che conosci solo tu e nessun altro.

Poiché tali hack vengono solitamente condotti utilizzando trucchi di ingegneria sociale, si consiglia di evitare di fare clic su qualsiasi collegamento o allegato sospetto ricevuto tramite messaggio ed evitare di fornire le proprie informazioni personali o finanziarie senza verificare correttamente la fonte.

Altri contenuti di Hacking


Il 21enne Creatore dello strumento di hacking LuminosityLink RAT si è dichiarato colpevole

12 agenti di intelligence russi indicati per l’hacking di Email DNC

Gli hacker hanno utilizzato la soluzione malevola MDM per spiare gli utenti iPhone altamente mirati

Hacker ha messo in vendita documenti militari americani rubati sul drone sul dark web per soli 200 dollari

Hacker ha messo l’accesso al sistema di sicurezza dell’aeroporto in vendita sul dark web a soli 10 dollari

Michele Minister

Ciao e benvenuto nel mio sito e voglio dirti Chi Sono, innanzitutto parto col dire che mi chiamo Marco Martini ma sono anche chiamato Michele Minister dato che Michele è il mio secondo nome e Minister è il nickname che ho da sempre utilizzato su tutti i giochi e quindi li ho messi insieme dato che non volevo utilizzare il classico Nome e Cognome per creare un sito. Ho soli 17 anni e svolgo parallelamente alla scuola la professione di Webmaster e Divulgatore Informatico, sono sempre stato timido ed insicuro ma con il diffondersi maggiormente delle nuove tecnologie e di Internet, mi sono avvicinato a questo nuovo mondo che ho sempre reputato il migliore.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

×
WhatsApp chat